Seleziona una pagina

Suggerimenti per la stesura di un progetto di cardioprotezione

Contattaci per iniziare il tuo progetto di cardioprotezione ➝

Scrivere un bando di gara per lo sviluppo di un progetto di cardioprotezione è nella maggior parte dei casi molto difficile per un ufficio acquisti, poiché i defibrillatori sono dispositivi ancora “relativamente nuovi”. La cardioprotezione è un campo complesso che unisce costi immediati (acquisto del defibrillatore, accessori, formazione BLSD) e costi dilazionati nel tempo (sostituzione della batteria e degli elettrodi, aggiornamento BLSD) nonché altri servizi (manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, assistenza telefonica, aggiornamenti, ecc.).

I punti principali da valutare

Al fine di poter confrontare al meglio le offerte ricevute, è necessario porre particolare attenzione alla redazione del bando di gara, in particolare sui seguenti punti:

  • Scelta del defibrillatore automatico esterno (DAE): tipo, marca
    • criteri di selezione
    • definizione di un “kit DAE”
    • costi dei materiali di consumo in un ciclo di vita di 8-10 anni
  • Accessori
  • Segnaletica
  • Formazione BLSD: adulto, adulto/pediatrico, classe da 6 o 12 persone
  • Manutenzione
  • Azioni e mezzi messi in atto
  • Eventuale verifica preliminare della situazione
  • Tabella prezzi unitari e dettaglio quantitativo stimato

Criteri di selezione

  • Affidabilità del produttore
  • Affidabilità del defibrillatore
  • Presenza di una sede in Italia
  • Assistenza su RCP (Rianimazione Cardiopolmonare)
  • Adulto/pediatrico
  • Eventuale opzione multilingue
  • Politica dei costi, in particolare durata e costi dei consumabili
  • DAE (defibrillatore completamente automatico) o DAE (defibrillatore semiautomatico)
  • Tempistiche nell’erogazione della scarica
  • Condizioni ambientali di utilizzo (temperatura, IP indice di protezione)
  • Fornitura dei consumabili di ricambio a seguito dell’utilizzo del DAE per un soccorso.
  • Telecontrollo remoto

Definizione di un KIT DAE

È fondamentale definire precisamente un “kit DAE” che dovrà essere oggetto di risposta da parte dei fornitori.
Un kit DAE deve includere quanto segue:

  • il DAE
  • un paio di elettrodi per adulti
  • una batteria
  • un software per estrarre i dati registrati
  • un kit di primo soccorso composto da: rasoio, guanti, forbici, pocket mask, salvietta disinfettante e garza sterile
    o Opzionale
  • Elettrodi pediatrici
  • Elettrodi di scorta

Costi dei materiali di consumo su un ciclo di vita di 8-10 anni

Nella valutazione dell’investimento è bene non fermarsi solo a confrontare i prezzi “iniziali” dei defibrillatori, ma occorre tenere conto del costo dei materiali di consumo (elettrodi e batterie) perché dovranno essere sostituiti durante la vita del defibrillatore. Oltre al prezzo dei materiali di consumo, deve essere specificato la periodicità della loro sostituzione (non tutti hanno la stessa durata, a seconda delle marche e dei modelli).
Per ogni tipologia di materiale di consumo (batteria, elettrodi adulto ed elettrodi pediatrici), è quindi necessario inserire in una tabella il prezzo e la frequenza di sostituzione, al fine di calcolare il costo complessivo “a lungo termine” ( 8-10 anni).
È inoltre necessario provvedere alla sostituzione del kit di primo soccorso ogni 3-4 anni ca.

Accessori

È necessario specificare il tipo di teca in cui verrà alloggiato il defibrillatore poiché le caratteristiche tecniche di questo contenitore variano a seconda della posizione scelta per l’installazione.

I DAE, infatti, non sopportano il congelamento o temperature eccessivamente elevate.

– una temperatura inferiore a 0°C (vedi manuale del produttore) potrebbe danneggiare il DAE e il gel degli elettrodi (indurimento).
– una temperatura superiore a 45°C (vedi manuale del produttore) potrebbe alterare il gel degli elettrodi (liquefazione).
Pertanto, occorre decidere prima il punto in cui verrà posizionato il DAE. Un luogo chiuso e riparato (es. ufficio, scuola, palestra) è differente da un luogo aperto con condizioni atmosferiche sfavorevoli al DAE (es. postazione pubblica in montagna o lungomare, ecc.).

Esistono 3 tipologie principali di teca DAE:

  1. Teca DAE da interno. Questa teca DAE non necessita di alimentazione, quindi la sua installazione è molto semplice: 4 fori, 4 tasselli, 4 viti.
  2. Teca DAE da esterno esterno non termoregolate
  3. Teca DAE da esterno termoregolate. Queste teche sono generalmente dotate di un riscaldatore, un sistema di ventilazione e un allarme e richiederanno 2 tipi di lavoro svolti da un professionista: alimentazione della linea elettrica e collegamento della teca.

Una teca “da interno” non necessita di alimentazione, quindi la sua installazione è molto semplice: 4 fori, 4 tasselli, 4 viti.

Consiglio: Si consiglia di orientarsi su teche da interno, ove possibile. Le teche da esterno possono arrivare a costare quanto un defibrillatore pertanto le teche da esterno saranno indispensabili solo in caso di progetto pubblico di cardioprotezioneall’aperto. Si consiglia la presenza di allarme in caso di installazione in esterno, con un suono di almeno 80-100Db.

Segnaletica

Esistono diversi tipi di segnaletica che indicano la posizione di un DAE.

Segnaletica DAE da interno: adesiva, in alluminio, in pvc, a bandiera, monofacciali, bifacciali.

Segnaletica DAE da esterno: in alluminio o PVC

Consiglio: un set minimo di tre cartelli per indicare un percorso (freccia sx, freccia dx, frontale) colore verde RAL 6024 codice colore pronto soccorso ISO 3864. Oltre ai cartelli segnaletici è importante prevedere un pannello antipanico con infografiche che riassumano i protocolli di intervento e le manovre salvavita.

Formazione sull’uso del DAE (CORSO BLSD)

La formazione BLSD è un punto fondamentale per un progetto di cardioprotezione, in quanto verranno abilitati coloro che in caso di arresto cardiaco improvviso saranno preposti ad intervenire e a gestire la catena della sopravvivenza in attesa dell’arrivo del 118. Pertanto è fondamentale che la formazione erogata sia di qualità e gestita da istruttori esperti registrati presso il 118.
La durata di un corso BLSD base è di 5h, è utile richiedere l’utilizzo di manichini con feedback elettronico.
Le certificazioni rilasciate dall’ente erogatore della formazione devono essere regolarmente registrate presso il 118 (art.6 comma 1 Legge 4 agosto 2021, n. 116).

Consiglio: al fine di gestire il progetto con un unico punto di contatto senza avere troppi interlocutori è utile che il fornitore dei defibrillatori sia anche un centro accreditato per la formazione BLSD. È un plus per le aziende multisede da valuatare se il fornitore ha una rete di istruttori dislocata su tutto il territorio nazionale.

Consiglio: Non è importante utilizzare necessariamente la versione trainer del DAE acquistato, invece è utile fare formazione su un trainer differente per consentire allo studente di familiarizzare anche con altri dispositivi, che comunque, aldilà delle forme e dei colori, svolgono le stesse funzioni.

Manutenzione DAE

Le azioni manutentive da attuare devono essere definite precisamente al fine di garantire la corretta esecuzione del servizio. Spesso i possessori dei DAE non vengono avvisati delle scadenze da parte dei fornitori e questo può creare problemi anche gravi se pensiamo che i defibrillatori devono essere sempre funzionanti e pronti all’uso.

  • assistenza telefonica: definire giorni e fascia oraria
  • avviso scadenze consumabili
  • manutenzione ordinaria: è sufficiente una volta l’anno
  • manutenzione straordinaria: garanzia e risposta a guasti e anomalie
  • assistenza nell’estrazione dei dati ECG a seguito di un evento
  • aggiornamenti software DAE
  • fornitura di un muletto DAE in caso di guasto
  • avviso su cambiamento normative

Consiglio: Richiedere di presentare separatamente sia il costo della fornitura del servizio sia il costo dei materiali di consumo.

Tabella prezzi unitari e dettaglio quantitativo stimato

La tabella prezzi unitari comprende tutti i costi unitari:

  • Defibrillatore e accessori (kit DAE, materiali di consumo, teca, segnaletica, kit primo soccorso ecc.)
  • Servizi (Formazione BLSD, manutenzione, ecc.)

Il dettaglio quantitativo stimato

  • tiene conto di tutti i costi unitari
  • moltiplicarli per il numero desiderato di defibrillatori e manutenzioni ordinarie per ottenere il costo totale della gara.

Il ciclo di vita del quale tenere conto può essere di 8-10 anni.

 

Contattaci per iniziare il tuo progetto di cardioprotezione ➝

Parla con uno dei nostri consulenti

 

Cerchi informazioni per iniziare un progetto di cardioprotezione? Chiamaci al numero 800897870 oppure compila il modulo e verrai ricontattato

Consenso all'utilizzo dei dati del modulo

3 + 5 =