COVID-19

INCENTIVI PER LA SANIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI DI LAVORO QUALE MISURA DI CONTENIMENTO DEL CONTAGIO DEL VIRUS COVID-19

 

La bozza del Decreto Rilancioeliminando il primo bonus sanificazione previsto dal Decreto Cura Italia, cancella la necessità di attendere il varo del decreto attuativo MEF e MISE per l’avvio del credito d’imposta. L’obiettivo è snellire le procedure e concedere ai titolari di partita IVA un rimborso delle spese sostenute per ridurre il rischio di contagio da Covid-19.

La bozza porta il bonus per la sanificazione al 60%, ed entro il limite massimo della spesa sostenute nel 2020 a 60.000 euro per ciascun beneficiario. Il totale delle risorse stanziate è pari a 200 milioni di euro.

Viene introdotto, accanto al bonus sanificazione, un credito d’imposta per l’adeguamento dei locali, pari all’80% della spesa sostenuta.

Il bonus sanificazione previsto dal Decreto Rilancio è corredato dall’elenco dettagliato delle spese sulle quali calcolare il credito d’imposta del 60%. Nell’elenco delle spese per le quali si potrà accedere al credito d’imposta del 60% vi rientrano le mascherine, i DP e prodotti detergenti e disinfettanti, come già chiarito dall’Agenzia delle Entrate.

 

SPESE PER CUI SPETTA IL BONUS DEL 60%

Potranno accedere al credito d’imposta per la sanificazione degli ambienti di lavoro i soggetti esercenti arti e professioni, gli enti non commerciali, compresi gli enti del Terzo del settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti.

Il Bonus sanificazione del 60% spetterà per le seguenti spese:

  • Sanificazione degli ambienti nei quali è esercitata l’attività lavorativa e istituzionale e degli strumenti utilizzati nell’ambito di tali attività;
  • Acquisto di dispositivi di protezione individuale, quali mascherine, guanti, visiere e occhiali protettivi, tute di protezione e calzari, che siano conformi ai requisiti essenziali di sicurezza previsti dalla normativa europea;
  • Acquisto di prodotti detergenti e disinfettanti;
  • L’acquisto di dispositivi di sicurezza diversi da quelli di cui alla lettera b), quali termometri, termoscanner, tappeti e vaschette decontaminanti e igienizzanti, che siano conformi ai requisiti essenziali di sicurezza previsti dalla normativa europea, ivi incluse le eventuali spese di installazione;
  • Acquisto di dispositivi atti a garantire la distanza di sicurezza interpersonale, come le barriere protettive, incluse le eventuali spese di installazione, quali barriere e pannelli protettivi, ivi incluse le eventuali spese di installazione.

Spetterà all’Agenzia delle Entrate, entro 30 giorni dalla data di approvazione del decreto Rilancio, rendere note le regole operative per la fruizione del bonus.

 

COVID-19 – SICUREZZA DEI LAVORATORI

In accordo con il Governo il 14 marzo sindacati e imprese hanno firmato un protocollo per tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori dal possibile contagio da nuovo coronavirus e garantire la salubrità dell’ambiente di lavoro.
Il protocollo è stato integrato il 24 aprile ed è inserito come allegato 6 nel DPCM 26 aprile 2020.

Ecco in sintesi le principali raccomandazioni per l’Igiene in azienda:

Pulizia e sanificazione

L’azienda assicura la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni e di svago.
Nel caso di presenza di una persona con COVID-19 all’interno dei locali aziendali, si procede alla pulizia e sanificazione dell’area secondo le disposizioni della circolare n. 5443 del 22 febbraio 2020 del Ministero della Salute e alla ventilazione dei locali.
Va garantita la pulizia a fine turno e la sanificazione periodica di tastiere, schermi touchmouse, con adeguati detergenti, sia negli uffici, che nei reparti produttivi.
Nelle aree geografiche a maggiore endemia o nelle aziende in cui si sono registrati casi sospetti di COVID-19, in aggiunta alle normali attività di pulizia, è necessario prevedere, alla riapertura, una sanificazione straordinaria degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni, come da circolare 22 febbraio 2020.

Precauzioni igieniche personali

È obbligatorio che le persone presenti in azienda adottino tutte le precauzioni igieniche, in particolare per le mani. L’azienda mette a disposizione idonei mezzi detergenti per le mani e raccomanda la frequente pulizia delle stesse con acqua e sapone.
I detergenti devono essere accessibili a tutti i lavoratori anche grazie a specifici dispenser collocati in punti facilmente individuabili.

Dispositivi di protezione individuale

Qualora l’attività lavorativa imponga una distanza interpersonale minore di un metro e non siano possibili altre soluzioni organizzative è necessario l’uso delle mascherine e di altri dispositivi di protezione (guanti, occhiali, tute, cuffie, camici) conformi alle disposizioni delle autorità scientifiche e sanitarie.

2V0-621    | 070-461    | MB6-703    | MB2-704    | 9L0-012    | MB2-708    | 350-080    | 2V0-620    | DEV-401    | CCA-500    | A00-211    | 70-346    | 70-463    | ITILFND    | CAS-002    | 300-115    | 640-875    | 70-480    | 70-463    | HP0-S42    | 640-911    | 98-366    | M70-201    | 70-980    | 1Z0-051    | 70-461    | 350-018    | 070-486    | EX200    | 070-461    | ITILFND    | 400-051    | 210-260    | 400-101    | 70-480    | 1Z0-051    | IIA-CIA-PART1    | 210-065    | 400-201    | 3002    | 1Z0-061    | 640-916    | 210-065    | 200-310    | 70-480    | MB2-708    | M70-201    | 352-001    | 640-875    | 1Z0-061    | 102-400    | 070-461    | 400-051    | 642-035    | EX300    | 70-488    | 200-310    | M70-201    | 810-403    | OG0-093    | 400-101    | 070-461    | 70-463    | 2V0-620    | CAS-002    | 70-980    | 300-207    | 642-732    | DEV-401    | 210-060    | 640-911    | 70-412    | 1Y0-201    | N10-006    | 352-001    | 350-080    | IIA-CIA-PART1    | 070-461    | 400-051    | 300-320    | 70-486    | 70-346    | 2V0-621    | EX300    | 70-412    | 642-999    | MB2-704    | 640-916    | 640-911    | 70-487    | 300-115    | ICBB    | 70-410    | 500-260    | ITILFND    | 3002    | 70-347    | 400-051    | 300-207    | 350-080    | 070-483    | 300-206    | EX300    | 70-412    | 70-980    | 1Y0-201    | 1Z0-804    | 3002    | 810-403    | 70-487    | 300-115    | 200-120    | 70-486    | MB2-704    | 70-462    | EX300    | 9L0-012    | CBAP    | 642-996    | A00-211    | CCA-500    | LX0-104    | 300-207    | 70-483    | 70-487    | 210-065    | CBAP    | 400-101    | 1V0-601    | 070-483    | 200-120    | 70-462    | PR000041    | 070-461    | OG0-093    | 3002    | 70-486    | 1Y0-201    | C_TADM51_731    | MB6-703    | M70-101 exam    | 350-018 exam    | C_TSCM52_66 exam    | C_A1FIN_10 exam    | EX300 exam    | DEV-501 exam    | 70-680 exam    | C_HANASUP_1 exam    | 312-50v8 exam    | C2020-702 exam    | M70-101 exam    | 350-018 exam    | C_TSCM52_66 exam    | C_A1FIN_10 exam    | EX300 exam    | DEV-501 exam    | 70-680 exam    | C_HANASUP_1 exam    | CRISC   , VCP550D   , 70-417   , 300-206   , 700-037   , 712-50   , API-580   , 642-732   , 640-875   , 352-001   , CAS-002   , C_HANATEC151   , JN0-332   , 350-018   , CISM   , CISA   , C_HANAIMP151   , JN0-102   , 350-029   , 2V0-621D   , 210-065   , 000-017   , LX0-104   , 70-347   , 70-486   , 9L0-066   , 70-412   ,